venerdì, 21 ottobre 2011
il suono del silenzio

Il vino con cui mi accolgono si chiama Orto, nasce da un cultivar di vecchi vitigni tra cui malvasia istriana e fiano, e lo produce un francese su un’isoletta qui vicino, a Sant’Erasmo, più famosa per le castraùre, i boccioli tenerissimi dei tipici carciofi violetti. Ecco, basterebbe solo questo a spiegare perché ho tradito le [leggi tutto...]