#straordinario, ovvero un sogno fatto in sicilia

Potrei parlare della bellezza mozzafiato dello scenario, suggestiva orografia di vigneti che digrada dolcemente verso lo Jonio degli approdi ulissiani. O tessere le lodi della invidiabile capacità sinergica di Andrea Graziano – dominus del fenomeno Fud Bottega Sicula in irresistibile ascesa – che insieme a Barbara e Marco Nicolosi, giovani e appassionati imprenditori proprietari della [leggi tutto...]

#offestival a catania: la cucina istintiva di mauricio zillo

Spiegare la cucina di Mauricio Zillo, cuoco inquieto e giramondo prossimo a una nuova impresa dopo la chiusura del suo ristorante A Mere a Parigi, è pressoché impossibile, così come è impossibile incasellare l’anarchia gastronomica di Valentina Chiaramonte, che nella lunga ed eclettica maratona dell’offestival ha potuto e saputo stupire, incantare e, cosa ormai sempre [leggi tutto...]

#offestival a catania: la notte dei ciclopi

Intransigente, esigente, maniacale. Ma anche inclusiva, comprensiva, conciliante. Quando serve, ovviamente. Avere polso ma allentarlo all’occorrenza deve essere prerogativa di chi dirige. Valentina Chiaromonte da Palermo, in arte @chezmunita, è l’executive-chef di @fudoff a Catania ma anche responsabile tecnica di #offestival, la rassegna che ogni mese porta il germe della giovane vivacità gastronomica nazionale tra [leggi tutto...]

#offestival a catania: Matteo Monti, l’apparenza che inganna

A sentirlo citare il Pellaprat, autore di un fortunato manuale di cucina pubblicato agli inizi del secolo scorso, o lanciarsi in un’accurata e accorata dissertazione sulla cottura con il beurre noisette, la prima impressione è che qui, all’Offestival, evento di provocazione e di sperimentazione gastronomica al Fud Off di Catania, sia capitato per errore. Poi, [leggi tutto...]

#offestival a catania: la cucina olistica di giuseppe iannotti

E’ tutto un andare, tornare, ripartire. Pensare, meditare, elaborare. Acquisire certezze e perderle immediatamente dopo. Fermare gli attimi  e lasciarseli sfuggire, inesorabilmente. Cercare un punto di riferimento, andarci vicino e poi perdere di colpo l’orientamento. Non esistono bussole che bastino per la cucina olistica di Giuseppe Iannotti, quarto ospite dell’#offestival, stimolante rassegna di cuochi #off [leggi tutto...]

#offestival a catania: mazzo o della supremazia del gusto

Non ingannino la barba alla Rasputin o l’apparente cipiglio da navigati della vita. A riportare tutto subito nei ranghi dell’empatia ci pensano il tatuaggio di un carciofo sul braccio di lui e una pratica bandana fermacapelli sulla testa di lei. E se questa familiarità non dovesse ancora bastare, è a tavola che bisogna giudicare. Per [leggi tutto...]

#offestival a catania: la puglia è underground

Diciamo la verità: il rischio di una deriva new nordic c’era tutto, considerato il forte appeal che cucine tipo Noma o Geranium hanno avuto e tuttora hanno su molti giovani cuochi nazionali. D’altra parte solo a leggerlo, il menù dela serata, una sottile inquietudine la destava, specie in chi, abituato alla confortevole empatia della cucina [leggi tutto...]

#offestival a catania: non è che l'inizio

In inglese sarebbe unconventional. In francese, forse, dégagé. In italiano anticonformista. Da Fud, a Catania, in Via Santa Filomena, si dice semplicemente Off. E’ una cucina che vuole rompere gli schemi, uscire dal loop ristorante-trattoria-bistrot, offrire proposte senza distinzioni di sorta tra antipasti primi secondi e dolci, affrancarsi dalle formule ormai ingessate di separazione stagna [leggi tutto...]

sabato, 9 settembre 2017
straordinario, l'evento fuori dal comune

Metti una storica cantina alle pendici dell’Etna da cui lo sguardo spazia senza soluzione di continuità sino all’orizzonte azzurro dello Jonio. Metti un esercito sorridente e appassionato di giovani cuochi siciliani tra i più originali e promettenti del momento.  Metti una quindicina di bravi produttori e artigiani del gusto isolani che si stanno distinguendo per [leggi tutto...]

martedì, 7 marzo 2017
fud off, quelli della notte

  Dimenticate la vertigine delle scaffalature high-tech sovraccariche di icone gastronomiche isolane. Dimenticate la cornucopia di panini gravidi di salsine, di insalate dai mille ingredienti, di potetos di ogni foggia e cottura. Dimenticate lo slang anglo-siculo declinato nei menu, sulle lavagnette e persino nei bagni che tanto diverte la clientela straniera. Dimenticate, infine, l’allegra e [leggi tutto...]