lunedì, 31 dicembre 2012
l'anno che viene

L’anno che viene, diceva mio padre. E rimandava così, sbrigativamente, all’anno successivo tutte le promesse, gli impegni, le cose lasciate eternamente in sospeso. Poi “l’anno che viene” a un certo punto arrivava, ma nulla della lunga teoria di buoni propositi si concretizzava, lasciando un senso di incompiutezza  e di precarietà alla quale cercavo di reagire [leggi tutto...]