venerdì, 29 aprile 2011
a sud di nessun nord

La tangenziale è un ottovolante, stanotte. Il vuoto pneumatico dopo il caos diurno mi incita a snobbare l’odiato tutor e volare verso la mia ambita meta. Si chiama Sud, se ne straparla da tempo per l’incongrua location, per il coraggio dei suoi artefici, per la bravura e la simpatia della chef al suo comando, Marianna [leggi tutto...]

martedì, 12 aprile 2011
l'aria serena dell'est

Frastornato da incongrui capannoni industriali alternati a scuri uliveti miracolosamente superstiti, quasi non distinguo quel che resta dell’antica recinzione della Masseria Spina e, rischiando un pauroso tamponamento, inchiodo, sterzo e infilo in tempo l’angusto varco d’ingresso tra due colonne in pietra. Tira vento gelido dai Balcani, stasera, e sarebbe stato più logico tirare dritto a [leggi tutto...]

mercoledì, 6 aprile 2011
il mare sotto casa

Blu di cobalto satura il cielo al diradarsi rapido delle nuvole e si riverbera, intenso, sulle pietre capitoline luccicanti di pioggia. La città è vuota, decompressa, perché è giorno di festa, e quando è giorno di festa è più bella, respira, si dilata e regala un senso di euforia mista a leggerezza. L’atmosfera, al Sanlorenzo, [leggi tutto...]