lunedì, 28 agosto 2017
mohammad e l'orto di pietro zito

“Ben oltre le idee di giusto e sbagliato c’è un campo. Ti aspetterò laggiù.”  Mohammad e la sua storia mi riportano alla mente questo verso del grande poeta afghano Jalal ad-Din Rumi. Ad attenderlo non c’è stato un campo sconfinato ma un fazzoletto di terra buona e generosa. Un rettangolo di vita grande abbastanza per piantarci [leggi tutto...]

mercoledì, 21 giugno 2017
lisetta e le orecchiette

Lisetta detesta fare le orecchiette. Lisetta detesta fare le orecchiette nei giorni comandati: il giovedì e la domenica. Lisetta, detesta fare quello che, in paese, fanno tutti. Lisetta, crescendo, decide di sfidare tradizioni e consuetudini e, siccome nel frattempo le tradizioni e le consuetudini sono cambiate, decide che le orecchiette le farà per venderle e [leggi tutto...]

mercoledì, 16 novembre 2016
la graffa

Diego Morelli. E chi se lo dimentica più questo nome? Posso essermi dimenticato di Pierino, il figlio del farmacista, che portava ogni giorno un panino talmente grande che faticava a tenerlo tra le mani. Posso non ricordare esattamente i disegni – dettagliatissimi – di motociclette che Gianni, seduto alle mie spalle, cesellava mentre il maestro [leggi tutto...]

domenica, 15 maggio 2016
in onore di palermo

Palermo è la città del vivi e lascia vivere. E’ la città del non vedo, non sento, non parlo. E’ la città dove si parcheggia, indisturbati, sulle strisce pedonali e sugli scivoli in prossimità degli incroci. E’ la città dove i marciapiedi sono spesso percorsi a ostacoli tra barriere architettoniche. E’ la città della spazzatura [leggi tutto...]

lunedì, 11 gennaio 2016
bye bye bowie!

  Con te abbiamo venduto il mondo, siamo stati giovani americani, eroi per un giorno e assoluti principianti, abbiamo vissuto anni dorati, danzato per strada con ragazze cinesi, viaggiato di stazione in stazione, conosciuto mostri spaventosi e cani di diamante, abbiamo saputo che c’è vita su marte e ricordato che cenere eravamo e cenere ritorneremo. [leggi tutto...]

mercoledì, 16 settembre 2015
fud: ciu is better den uan

  Dall’ombra rassicurante e protettiva della familiare Via Santa Filomena alla severa e monumentale incombenza della chiesa di Sant’Ignazio all’Olivella. Dalla movida gourmet catanese, di cui  è stato artefice e promotore, al magmatico e ineffabile mondo della ristorazione palermitana. E’ terrena, comprensibile e giustificata la tensione che vela il tradizionale ottimismo di Andrea Graziano alla [leggi tutto...]

domenica, 3 maggio 2015
ospita l'arte e mettila da parte

Fuori l’esuberanza del barocco, dentro la tabula rasa. Fuori la solarità più accecante, dentro il buio che azzera. Fuori l’ostentazione della ricchezza che si fa decoro, dentro la sottrazione che si fa silenzio. Il coraggio dei contrasti, forti, violenti ha preso casa, anzi palazzo, a Galatina, elegante e defilata enclave della ricca borghesia salentina, meglio [leggi tutto...]

sabato, 11 ottobre 2014
ogni cosa è illuminata

“Non ci siamo detti niente, in pratica”. Si congeda così, dopo tre ore di fitte chiacchiere, Mauro Bubbico, uno dei grafici contemporanei più importanti e incisivi d’Italia e uomo del Sud, nel senso più nobile del termine. Non ama e non ha mai amato le convenzioni, i legacci, i legami, ma si riscopre, dopo anni [leggi tutto...]

lunedì, 22 settembre 2014
il mio guru si chiama pietro

Lui non é ancora su facebook Lui non chatta e non twitta Lui non ha uno smartphone Lui non parla ma ascolta Lui non ti ascolta se parli troppo Lui non dice sempre sì Lui non ha paura dei no Lui non ha piedi ma radici Lui non ha testa ma cielo Lui predica e [leggi tutto...]

martedì, 5 agosto 2014
per stefano bonilli

L’ultima volta l’ho visto a Milano al Congresso di Identità Golose dello scorso febbraio. Massimo Bottura, prima di esordire con il suo intervento come al solito sold out, si è sincerato pubblicamente che fosse presente in sala, e solo allora ha iniziato il suo ennesimo e irresistibile viaggio nel futuro. Come dire: se si parla [leggi tutto...]