martedì, 7 marzo 2017
fud off, quelli della notte

  Dimenticate la vertigine delle scaffalature high-tech sovraccariche di icone gastronomiche isolane. Dimenticate la cornucopia di panini gravidi di salsine, di insalate dai mille ingredienti, di potetos di ogni foggia e cottura. Dimenticate lo slang anglo-siculo declinato nei menu, sulle lavagnette e persino nei bagni che tanto diverte la clientela straniera. Dimenticate, infine, l’allegra e [leggi tutto...]

mercoledì, 16 novembre 2016
la graffa

Diego Morelli. E chi se lo dimentica più questo nome? Posso essermi dimenticato di Pierino, il figlio del farmacista, che portava ogni giorno un panino talmente grande che faticava a tenerlo tra le mani. Posso non ricordare esattamente i disegni – dettagliatissimi – di motociclette che Gianni, seduto alle mie spalle, cesellava mentre il maestro [leggi tutto...]

alessandro negrini e fabio pisani: il mestiere del cuoco

Sono passati più di dieci anni, eppure sembra ieri. Lei, Stefania Moroni, li chiama  in un momento di grande importanza per Il Luogo di Aimo e Nadia, il ristorante di famiglia, un momento di transizione in cui serve affiancare in cucina i suoi già celebri genitori  per dare slancio e continuità a un capitolo importante [leggi tutto...]

domenica, 15 maggio 2016
in onore di palermo

Palermo è la città del vivi e lascia vivere. E’ la città del non vedo, non sento, non parlo. E’ la città dove si parcheggia, indisturbati, sulle strisce pedonali e sugli scivoli in prossimità degli incroci. E’ la città dove i marciapiedi sono spesso percorsi a ostacoli tra barriere architettoniche. E’ la città della spazzatura [leggi tutto...]

sabato, 7 maggio 2016
clienti non si nasce, si diventa

Vabbe’, c’hai la lavagnetta. C’è scritto tutto, va benissimo. Vini veri insieme a vini vani, e va bene pure quello. Sacro e profano insieme, oggi ci sta. Scorro veloce la lista con lo sguardo, ti chiedo lumi ma mi rispondi telegraficamente. Tra un po’ arriva il popolo dell’aperitivo e sei impegnato. Poi cerco un approdo [leggi tutto...]

martedì, 12 aprile 2016
bros: il salento che non c'era

Entri e lo straniamento è totale. Potresti essere in Nord Europa, a New York o a Londra. Un gioco riuscito di sottrazioni e astrazioni. Uno spazio di decompressione in ricercato contrasto con la ridondanza del barocco leccese. Un’oasi di catartica modernità in mezzo al peso della storia.   Poi, con calma, metti meglio a fuoco [leggi tutto...]

venerdì, 22 gennaio 2016
quo vadis puglia?

  Di Puglia si parla tanto e spesso. Grazie a politiche promozionali mirate, è oggi la meta vacanziera più ambita in Italia e incomincia a destare interesse a livello internazionale. Si viene in Puglia per il mare, per le bellezze architettoniche, per un paesaggio che muta carattere e caratteristiche man mano che lo si percorre [leggi tutto...]

mercoledì, 16 settembre 2015
fud: ciu is better den uan

  Dall’ombra rassicurante e protettiva della familiare Via Santa Filomena alla severa e monumentale incombenza della chiesa di Sant’Ignazio all’Olivella. Dalla movida gourmet catanese, di cui  è stato artefice e promotore, al magmatico e ineffabile mondo della ristorazione palermitana. E’ terrena, comprensibile e giustificata la tensione che vela il tradizionale ottimismo di Andrea Graziano alla [leggi tutto...]

borgo valle rita: il maestro e l'allievo

“Ai miei ragazzi insegno a creare armonie riproducibili anche quando gli ingredienti cambiano”. Così dice il maestro, e l’allievo, sorridendo, annuisce. “E’ proprio così. Un’armonia che si replica, intatta, magica, in ogni piatto. Qualunque siano gli ingredienti, l’ispirazione, il motivo che spinge a crearlo.” Non si passa indenni dagli insegnamenti di un maestro come Angelo [leggi tutto...]

domenica, 3 maggio 2015
ospita l'arte e mettila da parte

Fuori l’esuberanza del barocco, dentro la tabula rasa. Fuori la solarità più accecante, dentro il buio che azzera. Fuori l’ostentazione della ricchezza che si fa decoro, dentro la sottrazione che si fa silenzio. Il coraggio dei contrasti, forti, violenti ha preso casa, anzi palazzo, a Galatina, elegante e defilata enclave della ricca borghesia salentina, meglio [leggi tutto...]