#straordinario, ovvero un sogno fatto in sicilia

Potrei parlare della bellezza mozzafiato dello scenario, suggestiva orografia di vigneti che digrada dolcemente verso lo Jonio degli approdi ulissiani. O tessere le lodi della invidiabile capacità sinergica di Andrea Graziano – dominus del fenomeno Fud Bottega Sicula in irresistibile ascesa – che insieme a Barbara e Marco Nicolosi, giovani e appassionati imprenditori proprietari della [leggi tutto...]

#speakinitaly: l'inglese che avreste voluto sempre parlare

Che la riunione al meeting  point di Firenze, sulla terrazza di un albergo centrale con vista mozzafiato sulla città, sarà un punto di non ritorno lo capisci poco prima di partire alla volta di Sarteano, nella campagna senese, quando Rustin – insieme a Faye uno dei due angeli custodi che accudiranno me e un manipolo [leggi tutto...]

terrasini event night: fare festa con la testa

Si può fare beneficenza con leggerezza e spirito di goliardico cameratismo tra colleghi? E’ su questo che deve aver riflettuto lo chef Giuseppe Costa alla soglia del decimo compleanno del suo ristorante Il Bavaglino a Terrasini, in Sicilia. Fare una semplice festa e buttarla in caciara con gli amici o tentare di dare anche un [leggi tutto...]

#offestival a catania: la cucina istintiva di mauricio zillo

Spiegare la cucina di Mauricio Zillo, cuoco inquieto e giramondo prossimo a una nuova impresa dopo la chiusura del suo ristorante A Mere a Parigi, è pressoché impossibile, così come è impossibile incasellare l’anarchia gastronomica di Valentina Chiaramonte, che nella lunga ed eclettica maratona dell’offestival ha potuto e saputo stupire, incantare e, cosa ormai sempre [leggi tutto...]

#offestival a catania: la cucina pura e dura di eugenio roncoroni

  Nessuna concessione al consenso facile, nessuna divagazione dalla propria, netta identità. La cucina pura e dura di Eugenio Roncoroni – stile fusion e suggestioni dalle Americhe nella terna secca e vincente di ristorante, burger bar e noodle bar sotto l’insegna comune e meglio nota come “Al Mercato” – arriva “tale e quale” all’ottavo e [leggi tutto...]

lunedì, 30 aprile 2018
libando 2018: la cucina è madre

Madri, figlie, donne. Donne sono le ideatrici e organizzatrici, Ester Fracasso e Maria Pia Liguori. Donna è Anna Paola Giuliani,  lungimirante e sensibile Assessore alla Cultura del Comune di Foggia che lo ha reso possibile. Donna è Danila Paradiso, ufficio stampa dell’evento. Donne erano tutte le protagoniste dei laboratori del gusto, dalle cuoche affermate in [leggi tutto...]

#offestival a catania: la notte dei ciclopi

Intransigente, esigente, maniacale. Ma anche inclusiva, comprensiva, conciliante. Quando serve, ovviamente. Avere polso ma allentarlo all’occorrenza deve essere prerogativa di chi dirige. Valentina Chiaromonte da Palermo, in arte @chezmunita, è l’executive-chef di @fudoff a Catania ma anche responsabile tecnica di #offestival, la rassegna che ogni mese porta il germe della giovane vivacità gastronomica nazionale tra [leggi tutto...]

#offestival a catania: Matteo Monti, l’apparenza che inganna

A sentirlo citare il Pellaprat, autore di un fortunato manuale di cucina pubblicato agli inizi del secolo scorso, o lanciarsi in un’accurata e accorata dissertazione sulla cottura con il beurre noisette, la prima impressione è che qui, all’Offestival, evento di provocazione e di sperimentazione gastronomica al Fud Off di Catania, sia capitato per errore. Poi, [leggi tutto...]

#offestival a catania: la cucina olistica di giuseppe iannotti

E’ tutto un andare, tornare, ripartire. Pensare, meditare, elaborare. Acquisire certezze e perderle immediatamente dopo. Fermare gli attimi  e lasciarseli sfuggire, inesorabilmente. Cercare un punto di riferimento, andarci vicino e poi perdere di colpo l’orientamento. Non esistono bussole che bastino per la cucina olistica di Giuseppe Iannotti, quarto ospite dell’#offestival, stimolante rassegna di cuochi #off [leggi tutto...]

#offestival a catania: mazzo o della supremazia del gusto

Non ingannino la barba alla Rasputin o l’apparente cipiglio da navigati della vita. A riportare tutto subito nei ranghi dell’empatia ci pensano il tatuaggio di un carciofo sul braccio di lui e una pratica bandana fermacapelli sulla testa di lei. E se questa familiarità non dovesse ancora bastare, è a tavola che bisogna giudicare. Per [leggi tutto...]